giovedì 31 dicembre 2009

2009 quasi 2010

Le cose buone dell'ultimo giorno dell'anno sono che puoi dire robe qualunque, anche un po' banali e troppo sentimentali e non sembrare uno sciocco.
Allora penso che ne approfitterò anche questo ultimo dell'anno che io da piccola chiamavo capodanno e anche il giorno dopo era capodanno e c'ho messo anni per capire veramente il senso della parola.
Nel 2010 imparerò a suonare e cantare almeno una decina di canzoni con il mio ukulele rosso.
Farò tutto il corso Assimil Il Francese senza Sforzo.
Cercherò di fare sempre i miei esercizi d'inglese e d'imparare finalmente tutte le frasi idiomatiche e i verbi modali che sono nel frasario.
Nel 2010 ci saranno un sacco di treni e di spostamenti, cene con amici, domeniche di passeggiate, mattine con la cagna scema che dorme sul letto e nessuno sa quando sia salita, qualche giornata pigra in casa, città vecchie e nuove dove andare o tornare, libri da leggere, film da guardare e concerti dove ballare.
Tutto il resto arriverà più o meno da sé.
Come sempre.

©Pink Floyd - Wish You Were Here