venerdì 11 giugno 2010

Goedel e il caldo

Oggi c'è sciopero dei bus.
Mentre andavo in giro per la città sono passata in stradine secondarie e alberate in cui non c'era traffico e si sentivano gli uccellini cinguettare e dietro un cancello c'erano dei vecchi magazzini a schiera costruiti con dei mattoncini rossi e non mi sembrava tanto Bologna.
Oggi tutti parlano dei mondiali e della così detta legge bavaglio.
Se c'erano i bus tutti dicevano queste cose mentre andavano in giro o aspettavano alla fermata.
Per sentire questi discorsi oggi, invece, bisogna stare in strada o andare al bar.
Abbiamo comprato un affila coltelli.
Prima di oggi non avevo mai riflettuto sul fatto che gli affila coltelli prima o poi devono essere affilati anche loro.
E' un po' come la scena del Pianeta delle scimmie e del disegno che include il disegnatore e avanti all'infinito più o meno.
Non so bene come questa cosa sia importante per Goedel e i suoi teoremi.
Ma una volta lo sapevo.
Una volta in cui c'erano i bus e c'era meno caldo.