lunedì 28 giugno 2010

Here

A Fabriano al tramonto c'è una bella luce, calda sui palazzi rosa e ocra.
A Fabriano ci sono delle scale che salgono e poi scendono e ti capita, se ci vai, che incontri solo dei gatti e loro ci vivono da quelle parti e allora non sono contenti di te... non si fidano tanto e si mettono negli angoli a soffiarti.
A Fabriano sembra tutto vicino e circondato di verde e di alberi e di montagne.
In albergo non ci sono molte persone e io non ho ancora capito come si usa l'aria condizionata.
Oggi mi sento molto in versione Commesso Viaggiatore e mi manca Bologna e casa e il finto Tony Soprano.