domenica 12 settembre 2010

Brazil

Avere il senso di arrancare, d'arrivare sempre cinque minuti in ritardo su tutto nell'ultimo mese.
Poi scovare una signora russa che parla al cellulare ma dentro una cabina telefonica, prendere un aperitivo con gli amici in una sera ancora d'estate, avere uno zaino mezzo vuoto che presto sarà pieno di tutto, pensare alla Cagna Scema che dopo l'ultimo bagna ha fatto finta che non ci conoscevamo per tutto il pomeriggio, incontrare un signore dell'est su un treno notturno che gira l'Italia con la figlia e vederlo che rimane in mutande e poi si mette il pigiama davanti a tutti nello scompartimento, arrivare a Bologna e trovare ballerine brasiliane semi-nude che ballano con attempati signori, vedere la polizia in assetto antisommossa che blocca quasi tutto il passaggio su Via Indipendenza e capire che quello è il partito che ora ci governa.