mercoledì 23 febbraio 2011

09. Le Cose dei Denti

Appena sono arrivati Vik e Missy si sono presi i cellulari di mamma e papà e il mio fischietto verde, quello che avevo portato per la criminosità della mafia.
Il mio cellulare non lo hanno preso perché non ce l'ho.
Papà dice che lo posso avere quando vado alle medie e che gli devo credere è meglio così che altrimenti, la mamma, quella mi sta sempre a controllare. Mi chiama ogni minuto anche quando torno da scuola o sto negli spogliatoi della palestra e lei non può entrare perché sono solo per maschi come c'è scritto e disegnato per quelli che non sanno leggere ancora.
Infatti anche quando ero piccolo non mi sbagliavo e andavo sempre al bagno o allo spogliatoio giusto.
Mamma si è molto dispiaciuta del suo cellulare perché era nuovo e ci teneva tutte le cose scritte, anche quando doveva trapanare i denti ai suoi pazienti o fargli dolore con le punture.
Adesso, per dire, se gli viene mal di denti ai pazienti di mamma loro se lo devono tenere e non la possono chiamare.
I pazienti di papà sono più fortunati perché lui lavora con altri dottori e quando non c'è ci pensano loro.
Mamma lavora da sola perché è meglio così, che lei ha delle difficoltà a lavorare con gli altri e pure con papà e infatti certe volte litigano a cena se era meglio che glielo toglievano o glielo lasciavano il dente a uno che aveva male.
A me mi fanno paurissima le cose dei denti e spero sempre che non me li devo fare curare e se poi me li devo fare curare me li faccio curare da papà perché dice che lui fa sempre tanta anestetizazione alle sue persone e mamma no perché dice che fa male. Secondo me fanno ancora più male le cose dei denti.
L'anestetizazione è quando ti fanno una puntura dentro al bocca e tu non senti più niente e anche se ti danno un pugno sulla faccia non senti niente.
Se ti danno un pugno sulla pancia invece lo senti, perché lì non ti hanno fatto la puntura di anestetizazione.
Papà mi ha detto che quando invece ti operano nell'ospedale, ti fanno una puntura di anestetizzazione che ti addormentano tutto e non senti niente fino a che ti svegli.
Allora a me mi è pure venuto il dubbio che nonno non è morto ma solo con l'anestetizzazione e che magari quando arriviamo a San Vito è vivo.
Devo capire bene perché forse allora la mia pistola a Raggi Alfa può solo fare le anestetizzazioni e non è proprio come quella di InvicileSuperGuy che invece uccide tutti.
Comunque i SuperPoteri mi sono appena venuti e mi devono ancora crescere bene e non sono tanto preoccupato.
Ho detto a Vik che nonno poteva pure essere che era solo con l'anestetizzazione e che forse si era addormentato e basta e allora volevo sapere secondo lui quando arrivavamo che se si svegliava lo volevo vedere. Pure se era proprio morto.
Vik mi ha chiesto se io l'ho mai visto un morto e io gli ho detto di no.
Missy si è tutta arrabbiata che quasi mi sembrava mamma con tutte le noie e si è messa a urlare a Vik se si rendeva conto, Cristo Santo, che ero solo un bambino.
Cristo Santo non si può dire, è la parolaccia più brutta anche se non sembra e ti può trarre in inganno. Uno può pensare che è meglio dire stronzo che Cristo Santo ma non è così.
È peggio Cristo Santo.
I grandi stanno sempre a farti i tranelli pure sulle parolacce che tanto le decidono loro.
Vaffanbroccolo!