sabato 3 dicembre 2011

Buon lavoro!

Oggi invece piove ancora e al mercato non sono stata un po' codarda e non ho comprato delle nuove rape bianche e lunghe.
In biblioteca sono tutti un po' tristi, una settimana senza caffetteria è dura per chiunque.
Un bambino davanti a me ha una pila di quaderni e una faccia che è la faccia, mi viene da pensare, di uno che si è innamorato della compagna di classe ma non è il ragazzino fico, solo quello che è simpatico il giusto, carino il giusto, si veste bene il giusto, studia il giusto e lunedì bisogna consegnare i compiti e oggi piove e niente calcio nel pomeriggio...
Ecco bambino, stai tranquillo, certe volte sarà peggio di così la tua vita, ma sarà anche meglio... si vede dal modo che hai di guardarti intorno e di mordere la matita facendo le smorfie e di poggiare con indolenza la testa sul braccio steso sul tavolo che hai la giusta leggerezza per stare al mondo senza bisogno di tante parole perché la vita arriverà così, senza che te ne renderai conto.
Fidati che sarà la cosa migliore che potrà capitarti.